A BREVE I LAVORI PER ADEGUARE LA SEDE DELLA PROTEZIONE CIVILE

Si tratta anche di un centro che ospiterà il Coc

Sono sempre più vicini i lavori di adeguamento sismico della sede della protezione civile deputata anche ad ospitare il Coc, il Centro operativo comunale, istituito dagli enti per  riunirsi in caso di emergenze che riguardano l’intera collettività al fine di predisporre le azioni più efficaci per la gestione delle stesse. Nei giorni scorsi, infatti, la giunta comunale guidata dal sindaco Leonardo Ambrosi, ha dettato al proprio ufficio tecnico le linee di indirizzo, dando mandato al responsabile del Settore Lavori Pubblici, per l’attivazione dell’iter di tutte le attività tecnico-amministrative dirette all’affidamento della progettazione esecutiva delle opere, passo necessario prima della gara e l’apertura del cantieree. L’amministrazione comunale si era adoperata fin da subito, dal 2020, a presentare tutte le richieste necessarie ad aderire ad un bando del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che mette a disposizione anche dei comuni un importo complessivo di 30 milioni di euro per ogni anno, dal 2018 al 2030. Si tratta del Fondo per la progettazione degli Enti locali, destinato al cofinanziamento statale della redazione dei progetti di fattibilità tecnica ed economica e dei progetti definitivi degli Enti locali per opere destinate alla messa in sicurezza di edifici e strutture pubbliche. Subito è stata individuata la necessità di provvedere alla messa in sicurezza dei locali della Protezione civile in località San Sosio, ospitando la stessa il centro operativo che  il comune ha individuato in caso di terremoti, alluvioni, o altri tipi di emergenze. Un luogo strategico che non può non essere sicuro. Affidata perciò la redazione del progetto definitivo all’arch.Francesco Bianchi, non appena il comune è stato ammesso a finanziamento per la progettazione, progetto ora nella fase esecutiva, di un importo complessivo pari ad euro  1.335.989,26.

Informazioni su Lara Celletti 1098 Articoli
La prima giornalista donna della Valle dell'Amaseno, tra le province di Frosinone e Latina, iscritta all'ordine nazionale dei giornalisti (pubblicisti) Lazio - dal 1996, laureata in lettere moderne nel 1996 e scienze dell'educazione nel 2010 presso l'ateneo di Cassino, Frosinone. Insegnante di lettere presso IPSSEOA di Ceccano. Ha lavorato in giornali nazionali come Il Tempo ed Il Messaggero (redazioni di Frosinone) Ciociara oggi e l'Inchiesta di Cassino. Ha pubblicato un saggio di storia locale sul Busto di San Tommaso Veringerio, finanziato dall'amministrazione provinciale di Frosinone. Dopo l'acquisto autonomo ed il restauro a proprie spese di stabili antichi, nel centro storico di Amaseno, ha creato locazioni idonee per tutte le possibilità economiche a pochi passi dalla collegiata gotica di Santa Maria in Amaseno in provincia di Frosinone. Presso l'IIS Ceccano FR ha svolto per sei anni un progetto laboratorio di giornalismo e comunicazione con gli studenti. Oltre che di Amaseno News è stata direttore dei giornali: La Voce di Villa (edito è stampato dal comune di Villa Santo Stefano) InformAmaseno (edito dal comune di Amaseno) e La Voce di San Giovanni (paese in provincia di Frosinone dove attualmente risiede)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*