SCOPERTA LA GROTTA DELLA “BAMBOLA” UNA GROTTA CARSICA MERAVIGLIOSA IN TERRITORIO DI AMASENO

Sembra davvero una bella bambola illuminata dal sole

Una grotta carsica meravigliosa, appena scoperta e già battezzata come “La Grotta della Bambola”, nome ispirato dal ritrovamento di una vecchia bambola proprio all’ingresso del cunicolo che conduce al meraviglioso ambiente scolpito dalle acque. Una scoperta fatta da quattro amici sulle colline di Amaseno, nel cui sottosuolo si sa che esistono caverne, cunicoli, sorgenti e serbatoi naturali di acqua. Basti pensare alla Risorgenza di Capo d’acqua, amata dagli speleologi di tutto il mondo per essere una grotta sommersa in cui introdursi dopo un sifone naturale nascosto sotto un laghetto. Adesso c’è una nuova meraviglia ad arricchire il patrimonio naturalistico di Amaseno, appena scoperto grazie all’intuizione proprio di un appassionato di Amaseno che ha pensato bene di scomodare i suoi amici da Roma, Latina e dalla Puglia, perché esperti. E’ un mondo incantato quello che si è presentato nei giorni scorsi ai quattro amanti della montagna non appena entrati nella grotta, dopo essere scesi in un pozzo naturale di una ventina di metri ed aver percorso poi in orizzontale un corridoio di un’altra quarantina di metri. La località del rinvenimento è ancora top secret, sia per questioni di sicurezza ma anche perché il gruppo che ha fatto la scoperta, ora deve mappare con esattezza la grotta e censirla in comune. Intanto è stata messa in sicurezza. Poi sarà un tesoro del paese che verrà presentato a tutti, almeno attraverso fotografie e video girati dagli stessi autori della scoperta. Certo perché il gusto dell’avventura è accompagnato dalla volontà di rendere pubblica la scoperta ma anche la fruizione del bene, a vari scopi. Ancora un po’ di pazienza e si avranno maggiori dettagli sulla “Grotta della Bambola”, ricca di stalattiti, stalagmiti, statue naturali che l’acqua ed il tempo hanno scolpito. Certo è che si tratta di un ambiente grande che potrebbe non essere il solo ad impreziosire il sottosuolo di Amaseno.  

Informazioni su Lara Celletti 1098 Articoli
La prima giornalista donna della Valle dell'Amaseno, tra le province di Frosinone e Latina, iscritta all'ordine nazionale dei giornalisti (pubblicisti) Lazio - dal 1996, laureata in lettere moderne nel 1996 e scienze dell'educazione nel 2010 presso l'ateneo di Cassino, Frosinone. Insegnante di lettere presso IPSSEOA di Ceccano. Ha lavorato in giornali nazionali come Il Tempo ed Il Messaggero (redazioni di Frosinone) Ciociara oggi e l'Inchiesta di Cassino. Ha pubblicato un saggio di storia locale sul Busto di San Tommaso Veringerio, finanziato dall'amministrazione provinciale di Frosinone. Dopo l'acquisto autonomo ed il restauro a proprie spese di stabili antichi, nel centro storico di Amaseno, ha creato locazioni idonee per tutte le possibilità economiche a pochi passi dalla collegiata gotica di Santa Maria in Amaseno in provincia di Frosinone. Presso l'IIS Ceccano FR ha svolto per sei anni un progetto laboratorio di giornalismo e comunicazione con gli studenti. Oltre che di Amaseno News è stata direttore dei giornali: La Voce di Villa (edito è stampato dal comune di Villa Santo Stefano) InformAmaseno (edito dal comune di Amaseno) e La Voce di San Giovanni (paese in provincia di Frosinone dove attualmente risiede)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*