INTERVENTI SULLA VALORIZZAZIONE DELL’AMBIENTE: SALVAGUARDIA ED ESPANSIONE DELLE ZONE VERDI

veramente un iniziativa interessante

Villa Santo Stefano – Il comune di Villa Santo Stefano continua a puntare sulla bellezza e sull’integrità del suo patrimonio naturalistico, sia in termini di tutela ambientale sia in termini del suo accrescimento. In questo senso va la deliberazione della giunta comunale guidata dal sindaco Giovanni Iorio che, proprio negli ultimi giorni dello scorso anno, ha approvato il progetto esecutivo di un’opera che sarà finanziata con il Programma di Sviluppo Rurale (PSR) 2014/2020 gestito dalla Regione Lazio. Si tratta di fondi europei destinati, secondo quanto prevede la Misura 8, agli “Investimenti nello sviluppo delle aree forestali e nel miglioramento della redditività delle foreste”. In particolare, nel caso del comune santostefanese, le risorse sono relative al “Sostegno agli investimenti destinati ad accrescere la resilienza e il pregio ambientale degli ecosistemi forestali”. Il progetto presentato dal comune, redatto dall’agronomo Giuseppe Francazi, consiste infatti in interventi silvicolturali ed arredi finalizzati al miglioramento della fruibilità ecoturistica dell’area attraverso il popolamento artificiale di conifere sul versante sud/ovest di “Punta la lenza”. Per tali opere la regione Lazio ha accordato al comune di Villa Santo Stefano la somma di 33.761,68 euro che saranno impiegati quindi, nel potenziamento del patrimonio boschivo del paese e nella sentieristica legata ad un turismo sostenibile sui crinali del paese. Ricordiamo che Villa Santo Stefano è attorniata di boschi che, però, negli ultimi anni, hanno visto ridurre la propria estensione a causa di diversi fattori, primo fra tutti, il fenomeno degli incendi di natura prettamente dolosa o colposa, in cui c’è comunque la mano dell’uomo. Necessario, pertanto, provvedere al rimboschimento mirato che sarà capace di restituire l’originaria bellezza a certe oasi verdi.

Informazioni su Lara Celletti 1189 Articoli
La prima giornalista donna della Valle dell'Amaseno, tra le province di Frosinone e Latina, iscritta all'ordine nazionale dei giornalisti (pubblicisti) Lazio - dal 1996, laureata in lettere moderne nel 1996 e scienze dell'educazione nel 2010 presso l'ateneo di Cassino, Frosinone. Insegnante di lettere presso IPSSEOA di Ceccano. Ha lavorato in giornali nazionali come Il Tempo ed Il Messaggero (redazioni di Frosinone) Ciociara oggi e l'Inchiesta di Cassino. Ha pubblicato un saggio di storia locale sul Busto di San Tommaso Veringerio, finanziato dall'amministrazione provinciale di Frosinone. Dopo l'acquisto autonomo ed il restauro a proprie spese di stabili antichi, nel centro storico di Amaseno, ha creato locazioni idonee per tutte le possibilità economiche a pochi passi dalla collegiata gotica di Santa Maria in Amaseno in provincia di Frosinone. Presso l'IIS Ceccano FR ha svolto per sei anni un progetto laboratorio di giornalismo e comunicazione con gli studenti. Oltre che di Amaseno News è stata direttore dei giornali: La Voce di Villa (edito è stampato dal comune di Villa Santo Stefano) InformAmaseno (edito dal comune di Amaseno) e La Voce di San Giovanni (paese in provincia di Frosinone dove attualmente risiede)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*