GIORNATA DEDICATA ALLA RACCOLTA ED ALLA COTTURA DELLE ERBE SPONTANEE A CURA DELLA PRO LOCO DI VILLA SANTO STEFANO SABATO PROSSIMO 16 MARZO

per scoprire i tesori gastronomici del nostro territorio

Sempre dinamica la Proloco santostefanese guidata dalla giovane Elisa Iorio. Ben due saranno gli appuntamenti che la nobile associazione di promozione turistica ha deciso di organizzare in questo mese di marzo. Il primo è previsto per il prossimo sabato 16 marzo ed ha il sapore della tradizione e dello stretto legame della cultura contadina con la terra. “L’erua pazza Santostefanese” è il titolo scelto per l’iniziativa che consiste in una passeggiata alla ricerca delle erbe selvatiche “mangerecce” sul territorio di Villa Santo Stefano. A guidare l’allegra brigata di appassionati del verde e del mangiar sano sarà il prof. Ernesto Petrilli. L’appuntamento è per le 10,30 con ritrovo presso la sede della Pro Loco in via Dante Alighieri 25. Gli organizzatori consigliano di presentarsi muniti di cestino, coltellino, abbigliamento e scarpe comodi. Al ritorno dall’istruttiva passeggiata ci sarà la degustazione dei tipici prodotti della raccolta, sempre presso la sede della Proloco, intorno a mezzogiorno. E’ gradita la prenotazione per scopi organizzativi, le iscrizioni potranno essere fatte in proloco o contattando i numeri 3452674405 o 3489197293. Una bella e salutare iniziativa davvero. Non finisce qui, perché in vista della Pasqua, sempre la Proloco santostefanese, questa volta con il patrocinio del comune, ha organizzato per sabato 23 marzo un’appassionante “Caccia alle uova”. Alle 10.30, nella piazzetta Belvedere situata nel cuore dell’antico borgo medievale, comincerà la gara per tutti i bambini a partire dai sette anni, mentre per i piccoli dai 5 ai 6 anni, si terrà un Grande gioco dell’Oca all’aperto. Anche in questo caso è preferibile iscriversi alla simpatica Caccia alla ricerca delle gustosissime uova di Pasqua. Già tanta l’attesa per le due iniziative di questo mese, capaci di accontentare un po’ tutti, dai più piccoli ai più grandi.

Informazioni su Lara Celletti 1139 Articoli
La prima giornalista donna della Valle dell'Amaseno, tra le province di Frosinone e Latina, iscritta all'ordine nazionale dei giornalisti (pubblicisti) Lazio - dal 1996, laureata in lettere moderne nel 1996 e scienze dell'educazione nel 2010 presso l'ateneo di Cassino, Frosinone. Insegnante di lettere presso IPSSEOA di Ceccano. Ha lavorato in giornali nazionali come Il Tempo ed Il Messaggero (redazioni di Frosinone) Ciociara oggi e l'Inchiesta di Cassino. Ha pubblicato un saggio di storia locale sul Busto di San Tommaso Veringerio, finanziato dall'amministrazione provinciale di Frosinone. Dopo l'acquisto autonomo ed il restauro a proprie spese di stabili antichi, nel centro storico di Amaseno, ha creato locazioni idonee per tutte le possibilità economiche a pochi passi dalla collegiata gotica di Santa Maria in Amaseno in provincia di Frosinone. Presso l'IIS Ceccano FR ha svolto per sei anni un progetto laboratorio di giornalismo e comunicazione con gli studenti. Oltre che di Amaseno News è stata direttore dei giornali: La Voce di Villa (edito è stampato dal comune di Villa Santo Stefano) InformAmaseno (edito dal comune di Amaseno) e La Voce di San Giovanni (paese in provincia di Frosinone dove attualmente risiede)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*