CERCASI COLLABORATORE PER IL MUSEO CIVICO E DIOCESANO DI AMASENO CASTRUM SANCTI LAURENTII

Anche se si deve ancora nominare il direttore si cerca già un collaboratore

Continua l’impegno dell’amministrazione comunale per rendere funzionale il museo civico e diocesano “Castrum Sancti Laurentii” inaugurato nel 2015 presso le sale del castello rocca castri. Nella convinzione che il solo direttore scientifico, tra l’altro ancora ufficialmente da nominare, non possa adempiere alle tante funzioni spettanti ad un museo. Così, nei giorni scorsi, la giunta guidata dal sindaco Ernesto Gerardi ha dettato le linee di indirizzo per la nomina di una nuova figura onoraria, quindi senza oneri per l’ente, quella di Storico dell’Arte III fascia e catalogatore del museo civico e diocesano “Castrum Sancti Laurentii”. Scelta che sarà fatta in collaborazione con il nominando direttore scientifico. Ad occuparsene, come per l’individuazione del direttore stesso, sarà sempre il settore cultura del comune. Si tratta di una nuova figura che dovrà affiancare proprio il direttore scientifico, il cui incarico a titolo onorario e dunque senza obblighi di rispetto degli orari di servizio, sarebbe altrimenti troppo gravoso. Molte, infatti, sarebbero le incombenze che finirebbero inevitabilmente sul gravare unicamente sulla persona del Direttore Scientifico, per cui si è ritenuto opportuno affiancargli un’altra figura onorifica che collabori in qualità di Storico dell’Arte e Catalogatore e che svolga le svolga una serie di funzioni previste dal profilo. Per quanto riguarda lo Storico dell’arte, questo collabora ad attività di Studio e ricerca come alla predisposizione e conduzione delle attività di laboratorio e delle altre iniziative educative, adattando le specificità dei contenuti ai beni storico-artistici ed alle categorie di visitatori di riferimento. Il catalogatore, invece, partecipa alle attività di catalogazione e sostiene le attività di studio per lo sviluppo del sistema conoscitivo e informativo.

Informazioni su Lara Celletti 1139 Articoli
La prima giornalista donna della Valle dell'Amaseno, tra le province di Frosinone e Latina, iscritta all'ordine nazionale dei giornalisti (pubblicisti) Lazio - dal 1996, laureata in lettere moderne nel 1996 e scienze dell'educazione nel 2010 presso l'ateneo di Cassino, Frosinone. Insegnante di lettere presso IPSSEOA di Ceccano. Ha lavorato in giornali nazionali come Il Tempo ed Il Messaggero (redazioni di Frosinone) Ciociara oggi e l'Inchiesta di Cassino. Ha pubblicato un saggio di storia locale sul Busto di San Tommaso Veringerio, finanziato dall'amministrazione provinciale di Frosinone. Dopo l'acquisto autonomo ed il restauro a proprie spese di stabili antichi, nel centro storico di Amaseno, ha creato locazioni idonee per tutte le possibilità economiche a pochi passi dalla collegiata gotica di Santa Maria in Amaseno in provincia di Frosinone. Presso l'IIS Ceccano FR ha svolto per sei anni un progetto laboratorio di giornalismo e comunicazione con gli studenti. Oltre che di Amaseno News è stata direttore dei giornali: La Voce di Villa (edito è stampato dal comune di Villa Santo Stefano) InformAmaseno (edito dal comune di Amaseno) e La Voce di San Giovanni (paese in provincia di Frosinone dove attualmente risiede)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*