LOTTA ALLA MOVIDA: IL COMUNE DI AMASENO LIMITA GLI ORARI DI APERTURA DELLE ATTIVITÀ COMMERCIALI I CARABINIERI INTENSIFICANO I CONTROLLI

Divieti e limitazioni per fermare il fenomeno

La lotta alla movida notturna il comune di Amaseno la fa anche attraverso la limitazione degli orari d’apertura dei pubblici esercizi. Nei giorni scorsi, infatti, il sindaco della cittadina, Ernesto Gerardi, ha emesso un’apposita ordinanza che disciplina gli orari di chiusura dei locali al fine di prevenire e contrastare fenomeni collegati alla cosiddetta movida. Un’ordinanza che dovrà essere rispettata su tutto il territorio comunale fino al prossimo 30 giugno. Dai controlli effettuati dalla Locale Stazione dei Carabinieri è emerso che, presso i locali maggiormente interessati dai fenomeni della “movida”, continuano a registrarsi eventi di turbamento dell’ordine pubblico e della sicurezza pubblica a causa di ripetuti atti di inciviltà e risse. Si tratterebbe di fenomeni in tendenziale crescita specie nel fine settimana e di fronte ai quali si è perciò ritenuto opportuno adottare delle misure di contrasto, nell’interesse della collettività. Così, dal lunedì alla domenica la chiusura non potrà superare  le 2.00 del mattino per tutti gli esercizi di vendita e somministrazione di alimenti e bevande (bar, ristoranti, pub, pasticcerie ed affini); attività artigianali con consumazione sul posto (bar, pizzerie, paninoteche, gelaterie, ed affini); associazioni e circoli privati con somministrazione di alimenti e bevande. Non solo. La musica potrà essere diffusa normalmente fino a mezz’ora dopo la mezzanotte, per il resto del tempo solo in sottofondo, a patto che non sia percettibile all’esterno dei locali. Ordinato anche il divieto assoluto di vendita per asporto di bevande alcoliche e superalcoliche dalle 01.00 alle ore 06.00. Provvedimenti che dovranno essere esposti in un cartello fuori di ogni locale. Multe per i trasgressori ed eventuali chiusure dei locali in caso di violazioni reiterate, fermo restando tutti i dispositivi del codice penale.

Informazioni su Lara Celletti 1139 Articoli
La prima giornalista donna della Valle dell'Amaseno, tra le province di Frosinone e Latina, iscritta all'ordine nazionale dei giornalisti (pubblicisti) Lazio - dal 1996, laureata in lettere moderne nel 1996 e scienze dell'educazione nel 2010 presso l'ateneo di Cassino, Frosinone. Insegnante di lettere presso IPSSEOA di Ceccano. Ha lavorato in giornali nazionali come Il Tempo ed Il Messaggero (redazioni di Frosinone) Ciociara oggi e l'Inchiesta di Cassino. Ha pubblicato un saggio di storia locale sul Busto di San Tommaso Veringerio, finanziato dall'amministrazione provinciale di Frosinone. Dopo l'acquisto autonomo ed il restauro a proprie spese di stabili antichi, nel centro storico di Amaseno, ha creato locazioni idonee per tutte le possibilità economiche a pochi passi dalla collegiata gotica di Santa Maria in Amaseno in provincia di Frosinone. Presso l'IIS Ceccano FR ha svolto per sei anni un progetto laboratorio di giornalismo e comunicazione con gli studenti. Oltre che di Amaseno News è stata direttore dei giornali: La Voce di Villa (edito è stampato dal comune di Villa Santo Stefano) InformAmaseno (edito dal comune di Amaseno) e La Voce di San Giovanni (paese in provincia di Frosinone dove attualmente risiede)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*