PRESTO LA CHIESA DELLA MADONNA DELLA PACE A CASTRO DEI VOLSCI SARÀ RESTAURATA E MESSA IN SICUREZZA

Piccola chiesa alle pendici del monte

E’ stata davvero una bella Pasqua per i cittadini di Castro dei Volsci. La messa del Lunedì dell’angelo, infatti, è stata celebrata nella piccola chiesa fuori le mura della Madonna della Pace. Se la messa di Pasquetta è stata un’occasione per riaprire questa chiesa di campagna, a rallegrare i cuori dei castresi c’è stata anche la notizia della prossima sua completa messa in sicurezza e riqualificazione. Piccolina, sulle pendici del monte di Castro dei volsci, la chiesetta della Madonna della Pace è davvero un gioiellino, capace di impreziosire il grande patrimonio architettonico ed artistico della cittadina. Incastonata nel verde smeraldo della vegetazione, la sua storia si perde tra fede e leggenda. Fu edificata nel 1600, si dice per sedare una vecchia lite in nome della fede, ecco perché il nome Madonna della pace. Alcuni esperti hanno anche detto che i basamenti potrebbero essere  anteriori al 1600 ma adesso la cosa più importante per l’intera collettività sono le belle novità per questo sito sacro di una bellezza unica. <<Nell’occasione della messa del Lunedì dell’Angelo nella chiesa della Madonna della Pace è stato annunciato l’imminente inizio dei lavori di restauro di questa caratteristica chiesa rurale – ha detto con entusiasmo il sindaco Leonardo Ambrosi –  Un investimento di 100.000 euro finanziato per il 20% con risorse comunali e per la restante parte dal bando regionale per la valorizzazione dell’architettura rurale a valere sul PNRR M1C3 misura 2 intervento 2.2. Ringrazio don Antonio Covito e la Parrocchia Sant’Oliva, gestore del bene comunale, per aver accolto da subito il nostro invito a partecipare al bando. Finalmente questo bene, così importante per la nostra comunità, potrà ritornare al suo antico splendore e a nuova vita>>. Sicuramente sarà una tappa stupenda per turisti, camminatori e fedeli perché si trova proprio nel verde.
 

Informazioni su Lara Celletti 1163 Articoli
La prima giornalista donna della Valle dell'Amaseno, tra le province di Frosinone e Latina, iscritta all'ordine nazionale dei giornalisti (pubblicisti) Lazio - dal 1996, laureata in lettere moderne nel 1996 e scienze dell'educazione nel 2010 presso l'ateneo di Cassino, Frosinone. Insegnante di lettere presso IPSSEOA di Ceccano. Ha lavorato in giornali nazionali come Il Tempo ed Il Messaggero (redazioni di Frosinone) Ciociara oggi e l'Inchiesta di Cassino. Ha pubblicato un saggio di storia locale sul Busto di San Tommaso Veringerio, finanziato dall'amministrazione provinciale di Frosinone. Dopo l'acquisto autonomo ed il restauro a proprie spese di stabili antichi, nel centro storico di Amaseno, ha creato locazioni idonee per tutte le possibilità economiche a pochi passi dalla collegiata gotica di Santa Maria in Amaseno in provincia di Frosinone. Presso l'IIS Ceccano FR ha svolto per sei anni un progetto laboratorio di giornalismo e comunicazione con gli studenti. Oltre che di Amaseno News è stata direttore dei giornali: La Voce di Villa (edito è stampato dal comune di Villa Santo Stefano) InformAmaseno (edito dal comune di Amaseno) e La Voce di San Giovanni (paese in provincia di Frosinone dove attualmente risiede)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*