ISTITUITO REGISTRO DE.CO. A CASTRO DEI VOLSCI: AL VIA LE ISCRIZIONI

L'assessore Peronti al turismo è il promotore dell'iniziativa

Le notizie, quelle belle. Al via le richieste per l’iscrizione nel registro De.Co. del comune di Castro dei Volsci. L’amministrazione comunale, attraverso l’assessorato al turismo diretto da Roberto Peronti, ha pubblicato sul sito istituzionale dell’ente un apposito avviso per comunicare a tutti gli interessati che entro le 12 del prossimo 1 giugno sarà possibile presentare domanda per vedere riconosciuta la propria attività con le sue produzioni nel registro della Denominazione Comunale di Origine. Tutto nel rispetto delle modalità indicate dal regolamento comunale per la valorizzazione delle attività agroalimentari tradizionali locali approvato dall’intero consiglio comunale nel maggio dello scorso anno. <<Dopo un lungo lavoro iniziato con il regolamento e l’approvazione dello stesso per il marchio De.Co. in consiglio comunale, seguito poi dal bando per il concorso per l’approvazione del marchio e della bandiera De.Co. che è propria ed unica del nostro paese – ha dichiarato l’assessore al turismo Roberto Peronti, promotore dell’iniziativa – si arriva finalmente all’avviso per il riconoscimento dei primi marchi De.Co alle attività ed alle varie eccellenze che ne faranno richiesta. Esprimo la mia grande soddisfazione, anche a livello personale, per questa idea che porterà sicuramente un motivo di distinzione e di particolarità per i prodotti e per il paese di Castro dei Volsci.. Oltre alle bandiere che ci vengono riconosciute da “I Borghi Più belli d’Italia” prima e, successivamente, dal Touring Club Italiano con la bandiera arancione, adesso abbiamo anche la bandiera del nostro paese De.Co.>>. L’iscrizione potrà essere concessa per varie tipologie di prodotti agro-alimentari a prevalente carattere territoriale, ben specificati nel regolamento, consultabile sempre nella pagina web del comune. Insomma, un altro passo in avanti per la tutela del patrimonio castrese, fatto anche di eccellenze eno-gastronomiche.

Informazioni su Lara Celletti 1163 Articoli
La prima giornalista donna della Valle dell'Amaseno, tra le province di Frosinone e Latina, iscritta all'ordine nazionale dei giornalisti (pubblicisti) Lazio - dal 1996, laureata in lettere moderne nel 1996 e scienze dell'educazione nel 2010 presso l'ateneo di Cassino, Frosinone. Insegnante di lettere presso IPSSEOA di Ceccano. Ha lavorato in giornali nazionali come Il Tempo ed Il Messaggero (redazioni di Frosinone) Ciociara oggi e l'Inchiesta di Cassino. Ha pubblicato un saggio di storia locale sul Busto di San Tommaso Veringerio, finanziato dall'amministrazione provinciale di Frosinone. Dopo l'acquisto autonomo ed il restauro a proprie spese di stabili antichi, nel centro storico di Amaseno, ha creato locazioni idonee per tutte le possibilità economiche a pochi passi dalla collegiata gotica di Santa Maria in Amaseno in provincia di Frosinone. Presso l'IIS Ceccano FR ha svolto per sei anni un progetto laboratorio di giornalismo e comunicazione con gli studenti. Oltre che di Amaseno News è stata direttore dei giornali: La Voce di Villa (edito è stampato dal comune di Villa Santo Stefano) InformAmaseno (edito dal comune di Amaseno) e La Voce di San Giovanni (paese in provincia di Frosinone dove attualmente risiede)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*