PORTE APERTE AL MUSEO DI AMASENO PER LE GIORNATE DELLA CEI DALL’11 AL 19 MAGGIO

UN GRAZIE ENORME AL PARROCO DON ITALO CARDARILLI E AGLI ASSESSORATI PREPOSTI

In occasione delle giornate di valorizzazione del patrimonio culturale ecclesiastico promosse dalla Cei (Conferenza Episcopale Italiana) dall’11 al 19 maggio, il museo civico e diocesano di Amaseno aprirà le sue porte sabato 18 maggio, a partire dalle 15, con un biglietto d’ingresso di appena un euro. Sarà un momento per accrescere la conoscenza del patrimonio ecclesiastico locale con uno spazio per i più piccoli dedicato all’ascolto di fiabe e racconti. “Conoscere per crescere” è il titolo dato all’iniziativa che si tiene in collaborazione con la Collegiata Arcipretura Santa Maria Assunta di Amaseno, il comune di Amaseno e l’associazione culturale “Regina Camilla”. Per tutto il pomeriggio il museo “Castrum Sancti Laurentii” non solo consentirà l’accesso alle sue sale a tutti gli interessati ed agli appassionati d’arte, ma proporrà una vera e propria visita guidata per i bambini, coordinata dal parroco della Collegiata di Santa Maria, Don Italo Cardarilli, da poco nominato Storico dell’arte e catalogatore all’interno dello stesso museo. Un’esperienza formativa, da non perdere, per conoscere ed apprezzare le tante opere d’arte racchiuse nel museo, tra quadri, sculture, documenti storici ed oggetti sacri provenienti in prevalenza dal patrimonio della meravigliosa Collegiata gotico-cistercense di Santa Maria, consacrata nel 1177 e considerata il modellino della vicina e più nota Abbazia di Fossanova, consacrata più tardi, nel 1208. Tra le tante opere da ammirare, prevalentemente di epoca medievale, ci sono, solo per citarne qualcuna: la statua lignea del Cristo deposto, il trittico bizantino, il busto di San Tommaso Veringerio contenente il cranio del santo, acclamato vox populi proprio ad Amaseno e compatrono del paese insieme a San Lorenzo, le pergamene dell’atto di consacrazione della Collegiata, in latino ed in volgare. Insomma tante notizie e storie da apprendere, ed un modo di trasmettere conoscenza anche ai più piccoli.   

Informazioni su Lara Celletti 1196 Articoli
La prima giornalista donna della Valle dell'Amaseno, tra le province di Frosinone e Latina, iscritta all'ordine nazionale dei giornalisti (pubblicisti) Lazio - dal 1996, laureata in lettere moderne nel 1996 e scienze dell'educazione nel 2010 presso l'ateneo di Cassino, Frosinone. Insegnante di lettere presso IPSSEOA di Ceccano. Ha lavorato in giornali nazionali come Il Tempo ed Il Messaggero (redazioni di Frosinone) Ciociara oggi e l'Inchiesta di Cassino. Ha pubblicato un saggio di storia locale sul Busto di San Tommaso Veringerio, finanziato dall'amministrazione provinciale di Frosinone. Dopo l'acquisto autonomo ed il restauro a proprie spese di stabili antichi, nel centro storico di Amaseno, ha creato locazioni idonee per tutte le possibilità economiche a pochi passi dalla collegiata gotica di Santa Maria in Amaseno in provincia di Frosinone. Presso l'IIS Ceccano FR ha svolto per sei anni un progetto laboratorio di giornalismo e comunicazione con gli studenti. Oltre che di Amaseno News è stata direttore dei giornali: La Voce di Villa (edito è stampato dal comune di Villa Santo Stefano) InformAmaseno (edito dal comune di Amaseno) e La Voce di San Giovanni (paese in provincia di Frosinone dove attualmente risiede)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*