L’AMMINISTRAZIONE DI CASTRO DEI VOLSCI RISPONDE ALLA NOTA CSA

Il sindaco Ambrosi e l'assessore Peronti rispondono alla nota CSA

Dopo la nota stampa diffusa dalla segreteria provinciale di Frosinone di CSA Regioni Autonomie Locali, in cui si lamentavano delle discriminazioni tra i dipendenti comunali circa il salario accessorio relativo agli anni 2017/2023, arriva il commento dell’amministrazione. In sintesi, il sindaco di Castro dei Volsci e l’assessore al personale Roberto Peronti, nche vicesindaco, hanno inteso sottolineare che a Castro dei Volsci, ben il 94 per cento dei dipendenti comunali aderisce al salario accessorio e che è in dirittura d’arrivo l’annosa vicenda della definizione della problematica relativa ai fondi delle risorse decentrate per gli anni 2017/2023. Nel comune di Castro dei Volsci, infatti, per sette anni, a causa del susseguirsi dei Responsabili e del cambio d’amministrazione vi è stata la vacanza della contrattazione decentrata integrativa con assenza della costituzione dei relativi fondi annuali. <<La nostra amministrazione – fanno sapere il Sindaco Leonardo Ambrosi e l’Assessore Roberto Peronti – consapevole dei legittimi diritti dei lavoratori e dell’importanza della contrattazione decentrata si è da subito attivata per sanare il problema e mettere la parola fine a tale situazione. Abbiamo quindi messo a disposizione le risorse siglate e concordate da tutte le organizzazioni sindacali nella riunione del 19 febbraio e, successivamente, preso atto dei calcoli di riparto delle indennità effettuati dagli uffici competenti. Ad oggi hanno manifestato interesse e chiesto il tentativo di conciliazione la quasi totalità degli interessati, per la precisione 27 su 29, pari al 94% circa. Un ottimo risultato confermato dai numeri e che vale quale risposta ad ogni sterile polemica nata intorno a questo episodio>>. Vedremo se adesso, dopo la risposta degli amministratori, ci saranno nuovi sviluppi sulla questione.

Informazioni su Lara Celletti 1196 Articoli
La prima giornalista donna della Valle dell'Amaseno, tra le province di Frosinone e Latina, iscritta all'ordine nazionale dei giornalisti (pubblicisti) Lazio - dal 1996, laureata in lettere moderne nel 1996 e scienze dell'educazione nel 2010 presso l'ateneo di Cassino, Frosinone. Insegnante di lettere presso IPSSEOA di Ceccano. Ha lavorato in giornali nazionali come Il Tempo ed Il Messaggero (redazioni di Frosinone) Ciociara oggi e l'Inchiesta di Cassino. Ha pubblicato un saggio di storia locale sul Busto di San Tommaso Veringerio, finanziato dall'amministrazione provinciale di Frosinone. Dopo l'acquisto autonomo ed il restauro a proprie spese di stabili antichi, nel centro storico di Amaseno, ha creato locazioni idonee per tutte le possibilità economiche a pochi passi dalla collegiata gotica di Santa Maria in Amaseno in provincia di Frosinone. Presso l'IIS Ceccano FR ha svolto per sei anni un progetto laboratorio di giornalismo e comunicazione con gli studenti. Oltre che di Amaseno News è stata direttore dei giornali: La Voce di Villa (edito è stampato dal comune di Villa Santo Stefano) InformAmaseno (edito dal comune di Amaseno) e La Voce di San Giovanni (paese in provincia di Frosinone dove attualmente risiede)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*