LA CULTURA DELLA LEGALITÀ: CARABINIERI TRA I BANCHI PER EDUCAZIONE-PREVENZIONE ALL’IIC DI AMASENO

EDUCARE PER PREVENIRE INSIEME ALL'ARMA DEI CARABINIERI DI FROSINONE

Si è svolto martedì scorso, presso la sede dell’Istituto comprensivo di Amaseno, l’ultimo appuntamento del progetto su “La Cultura della legalità”. Un’iniziativa promossa dall’Arma dei Carabinieri e dal Ministero dell’Istruzione e del Merito implementata attraverso una serie di incontri, molto proficui ed apprezzati, che hanno visto in cattedra gli uomini della Benemerita, per sensibilizzare i ragazzi su diverse problematiche che entrano in contatto con il loro mondo. Circa 70 gli studenti delle classi terze della scuola secondaria di primo grado dell’Istituto, comprendente anche le scolaresche di Villa Santo Stefano e di Giuliano di Roma, che hanno ascoltato con attenzione le raccomandazioni rivolte loro nel corso dell’ultimo appuntamento. I Carabinieri hanno sensibilizzato i ragazzi sui temi della sicurezza stradale, dell’alcoolismo e del contrasto allo spaccio ed all’uso di sostanze stupefacenti. Ulteriore attenzione è stata rivolta ai fenomeni della violenza di genere, del bullismo e sui pericoli che possono celarsi nella navigazione sul web. Ad intervenire sono stati: il Maggiore Paolo di Napoli, il Luogotenente C.S. Emilio Frattarelli ed il Luogotenente Gabriele Scarpa, rispettivamente comandanti della Compagnia Carabinieri di Frosinone, della Stazione di Giuliano di Roma e della Stazione di Amaseno. Presenti all’appuntamento anche il Sindaco di Amaseno Ernesto Gerardi, il Vicesindaco Stefano Tombolillo e l’assessore alle politiche giovanili Federica Cimaroli, insieme alla dirigente scolastica, dott.ssa Marianeve Rossi. Molte le domande che gli studenti hanno rivolto ai rappresentanti dell’Arma, sul concetto di legalità, sulle strategie per contrastare al meglio il bullismo ma anche sui cambiamenti intervenuti, nel tempo, nella produzione e consumo di sostanze stupefacenti. Proiettato anche un video degli alunni della 3^ C delle medie di Giuliano di Roma che, attraverso una coreografia danzante, hanno rappresentato il tema della violenza.

Informazioni su Lara Celletti 1196 Articoli
La prima giornalista donna della Valle dell'Amaseno, tra le province di Frosinone e Latina, iscritta all'ordine nazionale dei giornalisti (pubblicisti) Lazio - dal 1996, laureata in lettere moderne nel 1996 e scienze dell'educazione nel 2010 presso l'ateneo di Cassino, Frosinone. Insegnante di lettere presso IPSSEOA di Ceccano. Ha lavorato in giornali nazionali come Il Tempo ed Il Messaggero (redazioni di Frosinone) Ciociara oggi e l'Inchiesta di Cassino. Ha pubblicato un saggio di storia locale sul Busto di San Tommaso Veringerio, finanziato dall'amministrazione provinciale di Frosinone. Dopo l'acquisto autonomo ed il restauro a proprie spese di stabili antichi, nel centro storico di Amaseno, ha creato locazioni idonee per tutte le possibilità economiche a pochi passi dalla collegiata gotica di Santa Maria in Amaseno in provincia di Frosinone. Presso l'IIS Ceccano FR ha svolto per sei anni un progetto laboratorio di giornalismo e comunicazione con gli studenti. Oltre che di Amaseno News è stata direttore dei giornali: La Voce di Villa (edito è stampato dal comune di Villa Santo Stefano) InformAmaseno (edito dal comune di Amaseno) e La Voce di San Giovanni (paese in provincia di Frosinone dove attualmente risiede)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*